Progetti

Di seguito i risultati della ricerca effettuata sui progetti, puoi visualizzare i dettagli del progetto selezionando il nome, oppure puoi effettuare un'altra ricerca, o tornare alla pagina principale dei progetti

Risultati ricerca

Ci sono 22 risultati corrispondenti alla tua ricerca

Accettare la sfida della giovinezza - "Cani perduti senza collare"

L’associazione il Filo di Stagno si propone di promuovere e gestire attività a supporto delle famiglie e dei minori bisognosi, di gestire un centro estivo rivolto a minori in età scolare, dai 6 ai 14 anni e di partecipare ad eventi ed iniziative parrocchiali (feste, mercatini e centro di ascolto per singoli e famiglie). L'associazione ha presentato questo progetto per ricevere un aiuto nell'organizzazione e nello sviluppo delle proprie attività. In modo particolare l'attenzione è stata incentrata sull'organizzazione del centro estivo che l'associazione promuove ormai da molti anni.

Amici di Gigi

sei ragazzini

L’associazione nasce dalla volontà di alcuni giovani di promuovere attività di animazione giovanile e di integrazione sociale nell’area del Rubicone in collaborazione con i servizi sociali dell’unione dei Comuni del Rubicone tra cui San Mauro Pascoli.
Le attività dell’associazione sono rivolte a ragazzi e adulti con disabilità, e/o con problematiche sociali, seguiti dai servizi sociali o segnalati dalle scuole e dalle famiglie.
L’idea progettuale consiste nel promuovere lo sviluppo della piccola associazione “Amici di Gigi” favorendone la conoscenza e sostenendo alcune attività a carattere sociale ed educativo.

Centro per le difficoltà e i disturbi di apprendimento

cubi con lettere

Questo progetto vuole essere la continuazione del progetto sperimentale "Volontari per prevenzione e cura disturbi apprendimento dell'età evolutiva", in quanto si è ritenuta corretta l'intuizione di affiancare nel loro percorso di formazione ragazzi e bambini con questi disturbi.

Come cogliere l'efficacia del territorio

immagine astratta

Le diverse iniziative con cui il volontariato agisce sul territorio nascono da forti motivazioni ideali, grazie alle quali le persone si aggregano e tentano di dare risposte alle esigenze e alle necessità di chi ha bisogno. Nonostante una crescente operatività e capacità organizzativa di tante associazioni, il volontariato vede, soprattutto nei giovani, uno scadimento di ideali forti in grado di muovere e motivare le persone a mettersi insieme per dare un contributo positivo al bene comune. Le organizzazioni non profit si trovano oggi di fronte alla necessità di gestire la propria attività in modo sempre più efficiente e trasparente; per poterlo fare, oltre ad assumere personale retribuito in alcuni casi, è necessario che anche i volontari che prestano la propria opera siano professionali e competenti.

Come nascere, vivere e morire da cittadini

L’Associazione di volontariato “Democrazia e legalità” si è costituita nel 1997 e le sue finalità sono quelle di promuovere la cultura della legalità ed il rispetto delle regole di convivenza democratica, favorire un rinnovato rapporto di fiducia e di lealtà tra Istituzioni e cittadini attraverso la partecipazione diretta alla vita democratica, sostenere le iniziative che favoriscono uno sviluppo economico compatibile con la tutela dell’ambiente ed infine ad impegnarsi nella difesa dei Diritti dei cittadini e delle categorie sociali più deboli per la promozione della persona umana e dei valori di giustizia e di solidarietà

Costruire legami

Il presente progetto, come sottolinea il titolo scelto, intende “costruire legami” tra le associazioni promotrici in primis e tra le persone che verranno coinvolte nelle varie attività. I rapporti interpersonali, infatti, sono il cemento fondamentale di una società giusta e solidale, ma allo stesso tempo sono un obiettivo spesso difficile da raggiungere, in particolare per alcune categorie di persone. Nella situazione storica attuale, le persone che incontrano maggiori difficoltà nello stabilire relazioni significative sono i giovani e gli stranieri, per motivazioni diverse

Dove due sono

Il progetto vuole essere una risposta ad un bisogno sociale conclamato nella fascia adolescenziale e giovanile del territorio dei comuni di Longiano e Cesena e nasce dall’intento di valorizzare i centri aggregativi già operanti, che vengono messi in rete in un’ottica di sviluppo e qualificazione del servizio, al fine di rendere maggiormente efficace la loro azione socio-educativa sul territorio

Il giacchio e il giovane

Il progetto è proposto da due associazioni educative attive nel territorio della Diocesi di Cesena-Sarsina (Homo Viator e Volontari Caritas) che desiderano sviluppare un’azione in rete, al fine di proporre iniziative varie rivolte ai minori e a giovani educatori

Il laboratorio di società

Il "Laboratorio di Società" vuole rappresentare il luogo spazio-temporale nel quale i cittadini possono avere la possibilità di partecipare: dialogo, confronto e arti pratiche saranno le attività proposte. Il progetto si struttura in tre ambiti: attività di intercultura; ricerca sociale; manifestazione culturale

La città sotto la pelle

Il progetto prende le mosse da precedenti collaborazioni dell’Associazione Incontri con altri soggetti, alla luce di rilievi ed esperienze desunte da percorsi sulle “seconde generazioni” e dalle risultanze dei colloqui e dei bisogni raccolti presso i Centri di ascolto Caritas diocesano e cittadini. L’ambito d’intervento è espressamente quello dei giovani migranti (in ultimo i ragazzi delle medie inferiori) in funzione di promuovere l’inclusione sociale degli stessi e delle loro famiglie

La fabbrica del Battista nel territorio

L’obiettivo che l’Associazione intende perseguire con la realizzazione del progetto è incrementare la capacità operativa dei suoi volontari in ambito socio educativo ed incrementare la propria capacità di integrazione con il territorio promuovendo e partecipando a fattive collaborazioni con altre odv e realtà che operano nello stesso ambito, organizzando iniziative aperte a giovani ed adulti diffondendo e promuovendo la cultura del volontariato e del bene comune

La valigia in mano

valigia

Il progetto intende promuovere la conoscenza e diffondere i valori del turismo responsabile. È rivolto ai volontari delle associazioni promotrici, a tutte le organizzazioni di volontariato e, più in generale, alla cittadinanza interessata nell’ambito territoriale forlivese.

LabOratori dei giovani 2

giovani

Le associazioni promotrici del progetto, da sempre impegnate nell’educazione, hanno già lavorato insieme lo scorso anno (progetto “LabOratori dei giovani”), inaugurando una stagione di riflessione seria ed approfondita sulla situazione dei giovani nella diocesi di Forlì-Bertinoro, a partire dallo sguardo degli educatori ed operatori delle parrocchie. E’ chiaro che non tutti i giovani della città afferiscono alle parrochie, quelli presi in considerazione dal progetto non sono nemmeno rappresentativi di tutte le  situazioni giovanili; eppure le associazioni promotrici credono che i luoghi di aggregazione offerti dalle parrocchie e dagli oratori, di qualunque tipo siano, rappresentino un prezioso osservatorio e la possibilità di sperimentare interventi e azioni di vario tipo.. un laboratorio, appunto.

Libero in tempo utile

logo

A partire dall’esperienza del progetto “Volontariato di quartiere”, le associazioni promotrici e il quartiere Oltresavio di Cesena intendono continuare a lavorare sui temi del coinvolgimento giovanile e dell’intercultura

Nuova redazione

L'associazione N.O.M.S. (Nucleo Operativo Mobile di Supporto) agisce in ambito sociale promuovendo la cultura del volontariato e collaborando con altre associazioni di tipo socio-culturale e giovanili.

Per sviluppare l'associazione si è reso necessario non solo raggiungere la cittadinanza per dare modo anche a questa di conoscerla e quindi reperire il maggior numero di volontari ma anche dare modo ai volontari già presenti di acquisire migliori compentenze nell'ambito della comunicazione.

Potenziamento educativo

Dall’anno scolastico 2011/2012, l’Associazione Gli elefanti ha avviato una collaborazione con il Centro Regionale di Ricerca e Servizi Educativi di Padova, in convenzione con l’Università degli Studi di Padova. Questa collaborazione è stata un’occasione formativa per rispondere in modo ancora più efficace ai bisogni delle famiglie e dei ragazzi del nostro territorio. L’incontro con gli operatori del Centro Regionale di Ricerca e Servizi Educativi di Padova ha permesso di offrire un innalzamento del servizio offerto: oltre all’aiuto ai compiti, l’associazione ha avviato una sperimentazione di attività specifiche di potenziamento educativo nelle difficoltà e nei disturbi dell’apprendimento con 4 ragazzi. Per l’anno scolastico 2012/2013 si prevede di coinvolgere 6-8 bambini/ragazzi con difficoltà scolastiche.
Il potenziamento ha come obiettivo la conquista dell’autonomia e un superamento delle difficoltà in ambito scolastico, difficoltà che si ripercuotono anche negli altri contesti di vita in cui è inserito il ragazzo

Progettare educando

4 bambini che si tengono per mano

L’associazione “DaZeroaCento” si occupa della promozione e gestione di:

  • attività di sostegno scolastico, di animazione e laboratori creativi in centro socio educativi per minori con disagio psico-sociale;
  • attività di animazione e ricreative con minori normodotati e con disabilità nonché con adulti che presentino disabilità psico-fisica;
  • attività di sostegno in laboratori occupazionali per soggetti con disabilità psico-fisica;
  • convegni, corsi e incontri volti a sensibilizzare la cittadinanza sulle situazioni di disagio psichico, familiare e sociale.

Nello specifico il progetto prevede la gestione di attività educative, ricreative e laboratoriali all’interno di centri educativi estivi e invernali, rivolti a minori che presentino anche disabilità e problemi di disagio psico-sociale.

Riciclo creando

Rifiuti

L'associazione “L’abbraccio” ha lo scopo di promuove e gestire in collaborazione con gli Enti pubblici locali, con la scuola ed a supporto della famiglia, iniziative educative e formative, di orientamento e socializzazione, culturali e di tempo libero a favore di minori e giovani residenti nel Comune di Cesenatico e zone limitrofe.
Il progetto mira a sensibilizzare e sviluppare una cultura del consumo eco-sostenibile e del riciclaggio nei bambini/ragazzi di età compresa tra i 6 e i 14 anni presenti nei Comuni di Cesena e Cesenatico.

Teatro insieme 2009

Il progetto rappresenta la continuazione di un precedente progetto sostenuto da Assiprov ("Teatro insieme") e coinvolgere associazioni di tre diverse province: Forlì-Cesena, Ferrara e Modena.  Il teatro educativo, cuore del progetto, può essere un efficace strumento di crescita e prevenzione del disagio, favorendo la scoperta da parte dei giovani delle proprie peculiarità e delle proprie emozioni, facilitando la costruzione ed il consolidamento dell’identità. Il teatro stimola inoltre l’aggregazione, la cooperazione e il servizio tra i giovani e allo stesso tempo promuove il confronto e l’apertura alla società

Testamento biologico

Il progetto intende avviare un dibattito e favorire una discussione su un tema molto importante che scuote la coscienza di milioni di cittadini: il testamento biologico

Un metodo per studiare

Nel distretto del Rubicone si registra in media l’abbandono di circa il 10 per cento dell’intera popolazione scolastica nella fascia d’età più a rischio, quella tra i 14 e i 17 anni, a fronte di un dato nazionale che si stima intorno al 20-22%. E’ pertanto un fenomeno che permane, così come preoccupa l’aumento seppur lieve del numero dei bocciati e dei promossi con debiti formativi, che negli ordini di scuola della secondaria superiore supera il 30%, con punte fino al 50% nei primi e secondi anni degli istituti professionali.
Il progetto intende dare risposta al crescente disagio scolastico, attraverso l'attivazione di percorsi personalizzati di aiuto allo studio

Volontariato nella Valle del Rabbi

Valle del Rabbi

Il presente progetto nasce da un corso di formazione decentrato organizzato dal Centro Servizi nella primavera del 2008 a Predappio; al corso, sulle tematiche della progettazione sociale, hanno partecipato 9 persone appartenenti ad ODV, gruppi e associazioni locali. Il corso di formazione ha rappresentato un momento di conoscenza reciproca, di confronto e scambio di esperienze ed è stato ritenuto molto interessante ed utile dai partecipanti. Il risultato più significativo prodotto dal corso è stata l’intenzione di presentare un progetto congiunto alla prima scadenza progettuale. Dopo l’estate, le associazioni sono state ricontattate ed hanno incontrato in varie occasioni la docente del corso e la responsabile dell’area progettazione del CSV; l’esito delle riunioni di lavoro è il presente progetto.

Cerca progetti

Fai la ricerca dei progetti specificando i filtri che ti interessano e compilando i moduli di seguito specificati. Fai click sul tasto cerca e scegli il progetto per cui vuoi ottenere informazioni. La ricerca è relativa ai soli progetti svolti dopo il 2009.



Numero progetti totali presenti in archivio (dal 2009): 157







Per cercare progetti svolti prima del 2009 accedi alla pagina Archivio progetti conclusi prima del 2009, scegli la data di scadenza del progetto, l'ambito e successiviamente visualizza i dettagli del progetto che ti interessa



Ricerca per ambiti, categorie o stato di avanzamento

Fai una ricerca sfruttando le diverse catalogazioni dei progetti dal punto di vista degli ambiti, delle categorie di appartenenza e dallo stato di avanzamento dei progetti. Seleziona la voce corrispondente per visualizzare i progetti (svolti dopo il 2009)che corrispondono alle catalogazioni

Al momento ci sono 157 progetti totali presenti in archivio

Categorie

Stato

Ambiti



Ultimi progetti inseriti

NomePubblicatoScadenzaFineStato
Agire con tatto 05/11/2012 30/06/2012 31/12/2013 concluso
La città sotto la pelle 05/11/2012 30/06/2012 31/12/2013 concluso
Aiutare il parkinsoniano 05/11/2012 30/06/2012 31/12/2013 concluso
Arteterapia per le persone con demenza 05/11/2012 30/06/2012 31/12/2013 concluso
E-state insieme 31/10/2012 30/06/2012 31/12/2013 concluso
Un metodo per studiare 31/10/2012 30/06/2012 31/12/2013 concluso
Potenziamento educativo 05/11/2012 30/06/2012 31/12/2013 concluso
Progetto "Povertà" 31/10/2012 30/06/2012 31/12/2013 concluso
Progetto "Non autosufficienza" 31/10/2012 30/06/2012 31/12/2013 concluso
Supporto a famiglie fragili 31/10/2012 30/06/2012 31/12/2013 concluso