Progetto "Povertà" (PP)

Ambito:
Emarginazione e povertà

Categoria:
Rete

Scadenza presentazione :
30/06/2012

Data fine progetto:
31/12/2013

Stato del progetto: concluso

Obiettivi del progetto

L'obiettivo del progetto è quello di far lavorare insieme le associazioni che si occupano di povertà e di andare a realizzare gli interventi ritenuti più utili a livello locale

Attività previste

Le associazioni hanno deciso di orientare gli interventi da attuare su 2 filoni:
1) interventi di sensibilizzazione sul tema della povertà nelle scuole: le associazioni sono infatti convinte che il contrasto alla povertà passa anche attraverso l’educazione delle giovani generazioni. La formazione di cittadini più sensibili e solidali è un contributo importante alla costruzione di una società attenta ai poveri e capace di creare reti di aiuto.
2) interventi diretti alla riduzione dei fenomeni di povertà: naturalmente la sensibilizzazione, seppure fondamentale, da sola non basta per arginare il triste fenomeno della povertà crescente. Le associazioni hanno così valutato di riproporre interventi concreti e diretti, già sperimentati in passato con buoni risultati.
Si tratta nello specifico di:
- progetto di microcredito, che permette di dare accesso al credito a persone “non bancabili” attraverso un lavoro di supporto delle associazioni
- supporto tecnico-logistico al reperimento e distribuzione di generi alimentari e beni di prima necessità, per potenziare e rafforzare l’attività delle associazioni impegnate nella consegna dei pacchi alimentari a persone indigenti (la consegna è solo l’ultima fase di un lungo e complesso processo che richiede competenze ed attrezzature specifiche)
- promozione di un gruppo di acquisto, al fine di garantire l’approvvigionamento di generi alimentari difficilmente reperibili gratuitamente per la successiva distribuzione agli indigenti e di sostenere il reddito dei produttori locali in un momento di difficoltà economica
- inserimento socio-lavorativo di ex-detenuti e malati di AIDS: se la perdita del lavoro e la ricerca di una nuova occupazione è già di per sé difficile per chi non ha problemi personali particolari, diventa ancora più complicata per persone che hanno un passato di detenzione o una malattia socialmente non accettata e stigmatizzata come l’AIDS
- sostegno a famiglie monogenitoriali: l’azione prevede di attivare in via sperimentale 2 agenzie di sostegno alle madri sole che hanno bisogno di lavorare per mantenere i propri figli  (una  a Cesena ed una a Forlì), attraverso il sostegno di due tutor

Territorialità

Progetto a rilevanza provinciale

Associazioni coinvolte [14]


Documenti allegati