Edizione anno 16 - numero 3 dicembre 2009

logo solidarietà 16.3

In questa sezione si potrà scaricare il giornalino in formato PDF e leggere direttamente on-line l'editoriale di Chiara Savelli.

Editoriale: In ciò che manca, una presenza

Questo vorrebbe essere un numero speciale dedicato alla disabilità. In un momento storico in cui si progetta l’eliminazione all’origine della vita del rischio della disabilità, questo numero intende testimoniare la positività di queste vite per le stesse persone disabili e per chi, nell’incontro con loro, tocca l’evidenza del limite dell’uomo riaprendo fortemente la domanda sul senso della propria esistenza “normodotata”.
Diciamo “vorrebbe essere” perché, in realtà, meraviglia che queste pagine non siano dedicate alle “specificità” delle problematiche dei diversamente abili: il loro oggetto non è la disabilità in sé, ma l’educazione dell’uomo in quanto tale. Ognuno, infatti, sente l’esigenza di uno sguardo diverso sulla propria vita. Questo raccontano le storie di chi fa volontariato con i disabili.
In questa ottica il disabile non è più solo il malato, a volte inguaribile, ma è l’oggetto di un amore incondizionato in quanto persona e, nello stesso tempo, il soggetto della propria realizzazione perché comunque dotato di potenzialità. Scommettendo sulle risorse, invece che fissandosi sui limiti, succedono miracoli. E questo vale per tutti.
In queste pagine si parla del disabile non come fosse un soggetto particolare sul quale lavorare, ma come una persona dotata di desideri e bisogni a cui rispondere, nel rispetto della sua autonomia, quanto più possibile. Il risultato di questo approccio è che tutti coloro che gli sono accanto sono coinvolti in questa visione, familiari, operatori, volontari. E succede un profitto umano, una ricchezza proprio dove il mondo dice che c’è solo una disgrazia.
Può succedere un cambiamento della propria mentalità che porta ad affermare una irriducibile positività del reale, qualunque sia la condizione in cui si vive, persino quella della disabilitò. Il valore dell’uomo non è dato dall’efficienza della sua vita. Questo è quanto ci ricorda, ancora una volta, il Natale che stiamo per festeggiare.

Chiara Savelli

Sommario

  1. Editoriale - In ciò che manca, una presenza
    Chiara Savelli
  2. Vita di Ass.I.Pro.V. - Le risorse del volontariato, bene prezioso per tutta la comunità 
    Gilberto Bagnoli  
  3. Speciale disabilità - Apriti Sesamo! per una comunità disponibile  
    Michela Canali 
  4. Speciale disabilità - Costruire pensando a tutti   
    Pietro Berti
  5. Speciale disabilità - Oltre l'ostacolo  
    Giacomo Pierozzi  
  6. Speciale disabilità - La rinascita possibile    
    Monika Piscaglia 
  7. Speciale disabilità - Infrangere la barriera del suono   
    Barbara Righi 
  8. Volontariato 
    • Una scossa di solidarietà 
      Daniele Aquilano e Cinzia Sgarzani 
    • Una rappresentaza propositiva 
      Gilberto Graffieti
  9. Bacheca   
    La nuova sede di Ass.I.Pro.V. a Forlì 

  


Documenti allegati