Edizione anno 16 - numero 2 settembre 2009

In questa sezione si potrà scaricare il giornalino in formato PDF e leggere direttamente on-line l'editoriale di Chiara Savelli.

Editoriale: Il mestiere della politica

La primavera e l'inizio dell'estate ci hanno regalato l'avventura delle elezioni amministrativa nella nostra Provincia, nei Comuni più grandi come Forlì e Cesena e in diversi comuni più piccoli del nostro territorio.
Sarà anche vero che c'è disaffezione alla politica, ma si è vista anche tanta partecipazione e interesse da parte di numerosi cittadini per quello che riguarda le tematiche del bene comune.
Dedicarsi a questo bene è quello che è richiesto a chi decide di fare politica che è un mestiere atipico ma anche entusiasmante. Può però succedere che sia vissuto come un puro esercizio del potere, come desiderio di protagonismo o come appagamento di sé. Un cammino di questo tipo, in qualche direzione esso vada, non si muoverà mai lungo le direttrici dell'incontro con l'altro e resterà per sempre confinata nell'ideologia e senza alcuna possibilità di incidere veramente sulla vita dei cittadini. Un'idea distorta del fare politica è una delle principali cause che ha portato a una generale sfiducia nei confronti della sfera pubblica. Si arriva addirittura ad affermare che la vita quotidiana è una cosa e le politiche di governo sono un'altra. In realtà non è così: dal terremoto in Abruzzo, alla crisi economica internazionale, dall'esperienza della malattia, alla perdita di lavoro o al voler mettere su casa, ecco in tutto c'entra la politica che ha un peso specifico in ognuna di queste situazioni perché deve saper dare un contributo dignitoso per sostenere la fatica del vivere. La politica non serve a dare il senso alle cose, ci mancherebbe, ma può contribuire ad approfondire il significato, ad introdurre spunti di riflessione, a dare la giusta direzione allo scorrere degli eventi.
Assistere i malati, difender le famiglie, avere cura dell'istruzione dei più giovani, dare una nuova fiducia al mondo del lavoro possono essere percorsi che rendono possibile le piccoli e grandi sfide quotidiane.
La politica che piace al mondo del volontariato è una politica che s'incontra con la vita, che è capace di tessere con essa una relazione, che è in ascolto dei veri bisogni delle persone, in poche parole: che si batte realmente per la felicità dell'uomo.
I nostri auguri a tutti i neo amministratori eletti con cui lavoreremo perchè la dignità dell'uomo sia sempre la prima delle priorità.

Chiara Savelli

Sommario

  1. Editoriale - Il mestiere della politica
    Chiara Savelli
  2. Associazioni - Un'immersione nel blu  
    Marta Milandri 
  3. Vita di Ass.I.Pro.V. - Crescere insieme  
    Gilberto Bagnoli
  4. Vita di Ass.I.Pro.V. - Il nuovo consiglio direttivo  
  5. I progetti - I progetti approvati al Co.Ge. a giugno 2009 
  6. I progetti - I progetti approvati al Co.Ge. a giugno 2009 
  7. Volontariato - Irene e i bambini 
    Pierpaolo Bravin  
  8. La riflessione - La finanza etica 
    Claudio Ferrari   
  9. Bacheca - Bilancio consuntivo

Documenti allegati