Bando culturability 2018

Da Giovedì 22 Febbraio 2018 a Venerdì 20 Aprile 2018 alle ore 13:00

Il bando si propone di sostenere progetti di innovazione non solo culturale ma anche sociale, in grado di generare risposte nuove ai bisogni sociali vecchi o emergenti, di creare nuova occupazione e di favorire partnership tra pubblico, privato e terzo settore, cittadini.
NON verranno sostenuti progetti finalizzati al solo restauro o ristrutturazione di edifici, strutture e spazi e singoli eventi, iniziative che non si inseriscano in progettualità durevoli e sostenibili.
SOGGETTI AMMISSIBILI
Al bando possono partecipare organizzazioni non profit, cooperative culturali e sociali, imprese private che operano in campo culturale ricercando un impatto sociale, reti di partenariato fra questi soggetti, team informali, composti prevalentemente da giovani under 35.
Il bando specifica i requisiti richiesti per ciascuna categoria di soggetti ammissibili:
Progetti presentati da singole organizzazioni
Il bando è aperto alle organizzazioni senza scopo di lucro (associazioni, comitati, fondazioni,organizzazioni di volontariato, organizzazioni non governative, associazioni e società sportive dilettantistiche senza fini di lucro, associazioni di promozione sociale, cooperative sociali, imprese sociali, altre ONLUS non ricomprese in questo elenco); alle imprese private e cooperative che operano nel settore culturale, orientate a produrre significativi impatti positivi per la collettività. Tale orientamento deve essere esplicitato nella missione imprenditoriale, eventualmente evidenziata nello Statuto di riferimento, e comunque dimostrato anche dalle attività pregresse, delle quali viene richiesta documentazione così come riportato nel form di candidatura (parte descrittiva del soggetto proponente).Per accedere al bando, i soggetti proponenti devono avere sede in Italia e possedere un Organo di Gestione (Consiglio di Amministrazione o Consiglio/Comitato Direttivo) costituito in maggioranza assoluta (50% più uno) da membri con età compresa tra i 18 e i 35 anni (ovvero che, alla data di presentazione della domanda, non abbiano compiuto il trentaseiesimo anno di età). A tale proposito, nella fase iniziale del bando non è richiesto l’invio di alcun documento identificativo, mentre nella fase di pre-selezione verranno effettuate ulteriori verifiche e, in caso di falsa dichiarazione, il progetto presentato verrà escluso.
Progetti presentati da team informali
La partecipazione è aperta anche a team informali alla condizione che, nel caso siano selezionati fra i 15 finalisti, venga dichiarato un formale impegno a costituirsi giuridicamente in una organizzazione che risponda ai requisiti indicati al punto 3A. Inoltre, laddove il progetto sia individuato fra i 6 ai quali è previsto che venga assegnato il contributo economico di 50mila euro, l’erogazione avverrà unicamente a seguito di presentazione di idonea certificazione circa l’avvenuta trasformazione in organizzazione riconosciuta. Un team deve essere composto da minimo tre persone. Anche nel caso di team informali, deve essere garantita una maggioranza assoluta (50% più uno) di componenti di età compresa fra i 18 e i 35 anni, (ovvero che, alla data di presentazione della domanda, non abbiano compiuto il trentaseiesimo anno di età). Il requisito anagrafico sarà attestato dall’indicazione risultante dal modulo di candidatura online
Progetti presentati in partnership
Possono partecipare al bando anche reti di soggetti che presentino un progetto in partnership, anche con organizzazioni che abbiano sede all’estero. Per progetto in partnership si intende un intervento realizzato congiuntamente da un soggetto “capofila” (sia esso un’organizzazione o un team informale) e da una o più organizzazioni “partner”, che partecipino attivamente alle iniziative previste. Nel form di partecipazione al bando è necessario indicare il soggetto capofila, che dovrà necessariamente essere in possesso degli stessi requisiti indicati per le organizzazioni elencate nel paragrafo 3A. I partner possono, invece, avere natura giuridica differente (per esempio enti pubblici, università, etc.), avere sede all’estero e ad essi non è richiesto il requisito anagrafico (prevalenza nell’Organo di Gestione di membri under 35). Il capofila assume il coordinamento di tutte le attività del progetto; ha poteri di rappresentanza
dei partner; in caso di selezione per il presente bando, è il destinatario del contributo ed è responsabile del corretto trasferimento delle somme eventualmente di pertinenza dei singoli partner; è il principale referente per aggiornamenti e rendicontazione da presentare a Fondazione Unipolis. Il partner partecipa assiduamente alle attività del progetto e non va confuso con altri soggetti fornitori o finanziatori. È necessario presentare un accordo di partenariato, ossia un documento che formalizzi la relazione fra tutti i soggetti partner del progetto. Non esiste un format predefinito per l’accordo, deve essere redatto liberamente dai partecipanti, tenendo conto delle specifiche che seguono. L’accordo deve essere unico per tutti i soggetti coinvolti ed essere sottoscritto dai rappresentanti legali dell’ente capofila e di tutti i partner. Al suo interno devono essere chiariti: l’ambito, l’oggetto e la durata dell’accordo; gli impegni e i ruoli del capofila e di ogni singolo partner. Nella selezione, saranno privilegiati i progetti presentati in partnership, frutto della collaborazione fra soggetti diversi, che vedano il coinvolgimento di istituzioni ed enti pubblici, soprattutto nell’ambito del territorio di intervento, anche non formalmente in rete, ma attivi nell’attuazione del progetto (si veda il paragrafo 6 relativo ai criteri di valutazione). Ogni soggetto proponente potrà presentare al massimo un progetto, sia esso partecipante in qualità di ente capofila o di partner. Fanno eccezione gli enti pubblici (ministeri, amministrazioni locali, università, etc.) che possono essere partner di più progetti.
Per i team informali, ogni singolo individuo può essere membro di un solo team che presenti progetti. Nel caso di presentazione di più proposte da parte di uno stesso soggetto, queste verranno tutte considerate inammissibili
RISORSE
Fondazione Unipolis mette a disposizione risorse per complessivi 450 mila euro, articolate in contributi di natura economica per lo sviluppo dei progetti selezionati, erogazione di servizi di formazione e accompagnamento per l’empowerment dei team proponenti, rimborsi spese per partecipare alle attività di supporto. La Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane mette a disposizione di Fondazione Unipolis ulteriori 50 mila euro che consentiranno, rispetto alla precedente edizione, di selezionare un sesto progetto tra i 15 finalisti.
GLI STEP DELL PERCORSO DI CULTURABILITY
1 – Registrazione e invio del progetto: i progetti dovranno essere presentati dal 22 febbraio al 20 aprile 2018 entro le ore 13,00, compilando il form on-line disponibile dopo essersi registrati nella pagina “Form” del sito: https://bando2018.culturability.org/form/
2 – Prima valutazione e formazione: le prime 15 proposte selezionate parteciperanno a un percorso di formazione e mentoring che si svilupperà nei mesi di giugno e luglio 2018, curato da Unipolis in collaborazione con i partner Fondazione Fitzcarraldo e Make a Cube e per partecipare al quale i 15 team selezionati riceveranno un contributo economico a titolo di rimborso a copertura delle spese di trasferta. Al termine del percorso, i 15 team selezionati dovranno inviare via mail un dossier definitivo con una versione aggiornata del proprio progetto, entro il 2 agosto 2018.
3 – Valutazione e selezione finale, contributo e mentoring: entro il 24 settembre 2018 la Commissione di Valutazione selezionerà, tra i 15 dossier consegnati, i 6 progetti che accederanno al contributo economico di 50mila euro a fondo perduto e parteciperanno a un ulteriore percorso di mentoring.
Per ulteriori informazioni:
• Pagina web di culturability 2018: https://bando2018.culturability.org/
• Regolamento completo: https://bando2018.culturability.org/media/regolamento-culturability-2018.pdf
• Pagina delle FAQ: https://bando2018.culturability.org/faq/

Fonte: Infobandi CSVNet


Condividi e proponi

Condividi l'articolo presente in questa pagina per diffondere le informazioni sulle più imporanti reti sociali o oppure proponi l'articolo sui più importanti social news