Comune di Cesena: selezione di enti del Terzo Settore da invitare al tavolo di co-progettazione per la sottoscrizione di un partenariato collaborativo per la gestione di alcuni locali di “Palazzo Guidi”

Da Giovedì 26 Novembre 2020 a Venerdì 15 Gennaio 2021 alle ore 23:45

Ambiti di intervento
- Sperimentazioni di nuove forme di collaborazione e reti territoriali
- Promozione della partecipazione attiva e coinvolgimento del Terzo Settore in progetti e attività a valenza sociale, culturale, ricreativa.
- Valorizzazione sociale e culturale dei locali oggetto della co-progettazione attraverso lo sviluppo delle attività di interesse generale di cui all’art.5 del CTS.
Destinatari
La partecipazione al presente Avviso è consentita a tutti gli Enti del Terzo Settore (ETS) così come indicati all’articolo 4, c. 1, del D.Lgs. n.117\2017 “Codice del Terzo Settore” in possesso dei seguenti requisiti:
Requisiti di ordine generale
a) insussistenza di una delle cause di esclusione previste dall’art. 80 del D.Lgs. n.50/2016, applicabile alla presente procedura per quanto compatibile;
Requisiti di idoneità tecnico-professionale
a) aver esercitato in modo continuo per almeno 1 anno una o più attività di interesse generale così come descritte all’art.5 c.1 del CTS.
Il possesso dei requisiti di cui ai punti precedenti dovranno essere posseduti al momento della presentazione della domanda di partecipazione ed autocertificati ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e ss. mm. mediante il modulo “Domanda di partecipazione – allegato B” allegato all'Avviso.
Modalità e termini per la presentazione delle candidature
I soggetti interessati dovranno presentare la propria candidatura entro e non oltre il 15/01/2021 inviando una PEC all’indirizzo protocollo@pec.comune.cesena.fc.it indicando nell’oggetto “AVVISO PUBBLICO CO-PROGETTAZIONE - PALAZZO GUIDI” ed allegando, a pena di esclusione, la seguente documentazione:
1) “Domanda di partecipazione” allegata all'Avviso sotto la lettera “B”;
2) “Proposta progettuale (PP)”, allegata all'Avviso sotto la lettera “C”;
3) “Piano finanziario”, allegato all'Avviso sotto la lettera “D”;
Gli Enti del Terzo Settore (ETS) non in possesso di un proprio indirizzo PEC potranno delegare un soggetto terzo all’invio della domanda di partecipazione con relativa modulistica allegando il modello di “Delega presentazione domanda di partecipazione”, allegato al presente Avviso sotto la lettera “E”.
Non saranno prese in considerazione candidature incomplete, condizionate o subordinate, nonché tutte quelle candidature pervenute oltre il termine ultimo fissato per la presentazione, ovvero il 15/01/2021.
Valutazione delle proposte progettuali ed ammissione dei candidati al Tavolo di coprogettazione
La valutazione delle proposte progettuali sarà svolta da una Commissione di esperti nominata dal Dirigente del Settore Servizi amministrativi, partecipazione e patrimonio.
Al termine dei lavori, e comunque non prima di 30 giorni dal termine ultimo per la presentazione delle domande di partecipazione, sarà pubblicata sul sito del Comune di Cesena, la graduatoria dei soggetti ammessi al tavolo di co-progettazione che con successiva comunicazione da parte del Responsabile del procedimento saranno invitati al Tavolo.
Criteri di valutazione
La Commissione avrà a disposizione il punteggio totale massimo di 100 punti, distribuiti come di seguito:
CRITERIO 1. Qualità e contenuti della proposta progettuale
Sub.1 - Chiarezza e completezza della proposta progettuale: 20 punti
Sub.2 – Capacità di sviluppare azioni sussidiarie e di impatto nei confronti di fasce specifiche della popolazione: 20 punti
CRITERIO 2. Esperienza del soggetto proponente
Sub.1 – Corrispondenza delle attività svolte dal soggetto proponente nell’ambito delle tematiche previste dall'Avviso: 15 punti
CRITERIO 3. Coinvolgimento del territorio
Sub.1 - Inclusività ed apertura della proposta progettuale a collaborazioni con ulteriori soggetti del territorio e/o radicamento nel sistema cittadino: 10 punti
CRITERIO 4. Originalità e valore innovativo della proposta progettuale
Sub.1 - Carattere innovativo della proposta progettuale, privilegiando la costruzione di nuove forme di collaborazione e la partecipazione alle attività di target
difficilmente raggiunti attraverso approcci tradizionali, anche attraverso l’utilizzo di strumenti tecnologici: 20 punti
CRITERIO 5. Piano finanziario di progetto
Sub.1 – Sostenibilità economica del progetto e congruità dei costi preventivati: 15 punti
Ai fini dell’ammissione al Tavolo di co-progettazione, la proposta progettuale dovrà raggiungere il punteggio minimo di 60 punti su 100, in difetto di tale punteggio minimo la proposta progettuale non potrà essere accolta ed il soggetto proponente non potrà accedere al Tavolo di co-progettazione.
Per quanto riguarda la valutazione delle proposte progettuali, ciascun commissario assegnerà per ogni proposta progettuale e per ciascuno dei criteri di valutazione un coefficiente compreso tra 0 ed 1 come da tabella di seguito riportata:
PUNTEGGIO GIUDIZIO
1 ottimo
0,8 molto buono
0,6 sufficiente
0,4 appena sufficiente
0,2 insufficiente
0 non valutabile
Verrà quindi calcolata la media dei coefficienti attribuiti dai singoli commissari che sarà poi moltiplicata per il punteggio massimo ottenibile per lo specifico elemento.
Tavolo di co-progettazione
I soggetti utilmente collocati in graduatoria saranno invitati a partecipare al Tavolo di co-progettazione le cui attività si svolgeranno nel mese di febbraio con modalità definite sulla base della normativa in materia di contenimento dell’emergenza sanitaria al tempo vigente.
Il calendario delle attività del Tavolo di co-progettazione sarà comunicato durante la prima sessione di lavoro e terrà conto della complessità dei temi oggetto della procedura, nonché del numero dei partecipanti, unitamente ai relativi apporti procedimentali. I lavori del Tavolo di co-progettazione dovranno ad ogni modo concludersi non oltre il mese di marzo 2021.
Saranno individuati quali enti attuatori del progetto definitivo di gestione condivisa e del piano delle attività co-progettate tutti quegli Enti del Terzo Settore che avranno partecipato in maniera attiva ai lavori di co-progettazione.
Partenariato collaborativo
Al termine del percorso di co-progettazione, il progetto definitivo, unitamente al piano delle attività, verrà approvato dall’Amministrazione procedente. A seguito dell’approvazione si procederà alla sottoscrizione del partenariato collaborativo di durata biennale tra l’Ente e gli ETS che hanno partecipato alla procedura e alla stesura del progetto definitivo di valorizzazione dei luoghi e degli spazi oggetto dell'Avviso (progetto definitivo di gestione condivisa e del piano delle attività co-progettate).
Modalità di assegnazione dei locali
Ciascun soggetto sottoscrittore del partenariato collaborativo stipulerà apposita concessione d’uso dei locali così come individuati in fase di co-progettazione.
Canone di concessione dell'immobile
I locali saranno concessi a titolo oneroso con possibilità di riduzione dei canoni annui di concessione, cosi come indicati nell’allegato “A” dell'Avviso, per una percentuale non superiore al 70%. Tali riduzioni, nel rispetto di quanto disposto dal vigente “Codice per la valorizzazione del patrimonio immobiliare e per la disciplina dell’occupazione di suolo pubblico”, saranno applicate sulla base dei punteggi
ottenuti delle proposte progettuali (PP) in sede di valutazione, come da tabella sotto riportata:
PUNTEGGIO PROGETTO % DI RIDUZIONE DEL CANONE ANNUO STIMATO
da 60 a 70 punti 40%
da 71 a 80 punti 50%
da 81 a 90 punti 60%
da 91 a 100 punti 70%
Le percentuali di riduzione dei canoni di concessione saranno inserite nel progetto definitivo che sarà oggetto di approvazione da parte dell’Amministrazione.
Durata della concessione e cause di cessazione anticipata
La durata della concessione è stabilita in 2 anni, con decorrenza dalla data di sottoscrizione e con possibilità di rinnovo per un massimo di ulteriori 2 anni. Il rinnovo potrà essere concesso sulla base delle risultanza delle attività svolte nei primi 2 anni a seguito di provvedimento espresso da parte dell’Amministrazione Comunale.
Impegni ed oneri a carico del concessionario
Sono a carico del concessionario:
- tutte le spese inerenti il contratto di concessione da stipulare (bolli, spese di registrazione, ecc.) per l'assegnazione dei locali;
- l'acquisizione di qualsiasi autorizzazione, licenza, nulla osta, permesso o altra forma di assenso necessari per lo svolgimento delle attività poste in essere nei locali concessi;
- apertura, chiusura dei locali relativamente all'accesso degli utenti e del pubblico, nonché custodia dei locali ed eventuali attrezzature e beni mobili ivi presenti;
- manutenzione ordinaria e pulizia dei locali assegnati;
- contribuire alla manutenzione ordinaria ed alla pulizia degli spazi comuni;
- tutte le spese relative ai consumi di energia elettrica, al combustibile da riscaldamento e all’acqua, oltre alle spese di gestione e di pulizia dell'immobile oggetto di concessione;
- tutte le spese relative a TARI ed IMU.
Il concessionario si impegna:
- ad utilizzare l’immobile per l’esecuzione del piano delle attività risultante al termine del Tavolo di coprogettazione, nonché al rispetto di quanto contenuto nel progetto definitivo (PD) di gestione condivisa;
- non cedere ad altri, nemmeno a titolo gratuito, l'utilizzo anche parziale dei locali, senza avere ottenuto la preventiva autorizzazione da parte dell’Amministrazione;
- presentare all’Amministrazione, entro e non oltre il 31\12 di ogni anno, una relazione di monitoraggio e rendicontazione delle attività oggetto del partenariato collaborativo;
- dare adeguata evidenza, attraverso i propri strumenti comunicativi (sito internet, pubblicazioni, ecc.) delle attività svolte
Responsabilità – Coperture assicurative – Deposito cauzionale
I locali saranno consegnati nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano.
Il concessionario esonera espressamente il comune di Cesena da ogni responsabilità diretta o indiretta per danni che dovessero derivare ad essa medesima e/o a terzi in conseguenza delle attività oggetto del partenariato collaborativo. Il concessionario, quindi, è l’unico responsabile delle eventuali pretese di terzi e del concedente riferite agli obblighi da esso assunti, ivi compresi i danni a persone ed a cose, interessi e diritti, per qualsivoglia fonte di responsabilità civile, amministrativa e penale.
Pertanto al momento della stipula del contratto il concessionario, ai sensi dell’art. 14 del vigente “Codice per la valorizzazione del patrimonio immobiliare e per la disciplina dell’occupazione di suolo pubblico”, dovrà:
- aver stipulato con primaria compagnia assicuratrice idonea polizza assicurativa a copertura della responsabilità civile verso terzi e danni all’immobile, connessi all’utilizzo dello stesso;
- aver costituito idoneo deposito cauzionale a garanzia di tutti gli obblighi contrattuali e della restituzione del bene in buono stato manutentivo, salvo il normale deperimento d’uso, per un importo pari ad un’annualità del canone di concessione stabilito.
Responsabile del procedimento e chiarimenti
Il Responsabile del procedimento è la dott.ssa Silvia Canali.
Gli enti del Terzo Settore interessati a partecipanti alla presente procedura potranno richiedere chiarimenti mediante invio di espresso quesito al entro e non oltre il 10° giorno antecedente la scadenza del termine
previsto per la presentazione delle domande di partecipazione al seguente indirizzo email: partecipazione@comune.cesena.fc.it
I chiarimenti saranno pubblicati sul sito istituzionale dell’Amministrazione procedente entro 5 giorni dalle richieste di chiarimento.

Link al quale reperire Avviso e modulistica: Selezione di enti del terzo settore per la definizione di un progetto di gestione condivisa e alla sottoscrizione di un partenariato collaborativo per la gestione di alcuni locali di “Palazzo Guidi” - Comune di Cesena


Condividi e proponi

Condividi l'articolo presente in questa pagina per diffondere le informazioni sulle più imporanti reti sociali o oppure proponi l'articolo sui più importanti social news