Assemblea elettiva della Sezione AIDO Pluricomunale SAVIO-RUBICONE

presso il circolo ACLI di Ronta (in via Ronta 341), Venerdì 10 Luglio 2020 dalle ore 20:30 fino alle ore 22:30

Per la sezione Pluricomunale AIDO (Associazione Italiana Donatori Organi Tessuti e Cellule) SAVIO RUBICONE è tempo di rinnovi. Venerdì 10 Luglio ore 20.30 presso il circolo ACLI di Ronta (in via Ronta 341) è prevista l’assemblea  elettiva degli iscritti alla sezione con all’ordine del giorno il rinnovo del consiglio. Il mandato quadriennale dell’attuale consiglio si è concluso il 31/12/2019 ma le ormai note vicende legate al coronavirus hanno posticipato gli eventi.

Il Momento che si sta vivendo pretende certamente attenzione per tutte le implicazioni che il coronavirus ha portato ed anche per l’Associazione non è semplice affrontare il momento di grande incertezza in una prospettiva di ripresa delle attività, sia pure rispettando le indicazioni (distanziamento e mascherine). L’Associazione prova a ripartire confidando nelle disponibilità degli iscritti alla sezione pluricomunale SAVIO RUBICONE che a tutt’oggi sono 6088 suddivisi fra AIDO CESENA (3987) e AIDO SAVIGNANO (2101).

Gli attuali consiglieri, qualcuno di lungo corso si auspicano  che la chiamata all’assemblea venga recepita da un numero consistente di iscritti e che vi sia una disponibilità al coivolgimento  alla vita associativa  da parte di nuove  forze in quanto

L’Associazione ha bisogno di energie fresche e propositive che consentano di trovare risposte sempre più efficaci e risolute ai bisogni dei malati in attesa di un organo che permetta loro una qualità vita migliore   di quella che oggi vivono , purtroppo,  e che solo attraverso il trapianto possono cambiare.

In Italia oggi ci sono 8615 persone in lista d’attesa per un trapianto e tale attesa può arrivare ad anni con tutte le problematiche connesse alla malattia risolvibile solo grazie al trapianto. Nel 2019 sono stati effettuati 3813 trapianti (3449 da donatore deceduto e 364 da donatore vivente) anche se in aumento questi dati non consentono di prevedere tempi di attesa “decenti” e purtroppo oggi un malato deve aspettare mediamente, da 1 a tre anni prima di effettuare il trapianto.

E’ necessaria una maggiore sensibilità e disponibilità nella popolazione Italiana e non, affinchè le persone favorevoli alla donazione organi “post mortem” aumentino e si dia una prospettiva maggiore ai malati in attesa .

E’ pur vero che oggi le persone che in vita hanno dichiarato la loro dispobilità alla donazione grazie alle maggiori opportunità di esprimere la volontà (vedi ASL, CARTA DI IDENTITA’ e AIDO) sono aumentate, infatti a livello nazionale abbiamo che 186.880 (166.395 si e 20485 no) si sono espresse presso l’ASL del territorio, 6.053.294 (4.210.372 si e 1.842.922 no) hanno compilato la loro dichiarazione contestualmente al rilascio o al rinnovo della carta di identità e 1.397.840 hanno compilato il modulo AIDO) per un totale di 7.638.014 (5.774.607 si e 1.863.407 no).


Condividi e proponi

Condividi l'articolo presente in questa pagina per diffondere le informazioni sulle più imporanti reti sociali o oppure proponi l'articolo sui più importanti social news