5 per mille 2017: le istruzioni

Con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 luglio 2016, a partire dal 2017 e con riferimento ai soggetti regolarmente iscritti nel 2016, l’iscrizione al 5 per mille resta valida per gli anni a venire senza bisogno di ripetere la procedura. Vale lo stesso per l’adempimento dell’invio dichiarazione sostitutiva, a meno che non cambi il rappresentante legale; in questo caso, sarà obbligatorio l’invio della nuova dichiarazione sostitutiva firmata dal nuovo rappresentante legale.

ELENCO PERMANENTE DEGLI ISCRITTI

Entro il 31 marzo di ogni anno (compreso il 2017) verrà pubblicato un elenco sul sito dell’Agenzia delle Entrate nel quale compaiono gli enti che, avendo presentato la domanda l’anno precedente, sono di diritto iscritti alle liste del 5 per mille.

Requisito necessario per le organizzazioni di volontariato iscritte, al fine di continuare a beneficiare del riparto delle somme del 5 per mille, è il permanere dei requisiti richiesti dalla legge, ovvero che continuino ad essere regolarmente iscritte nei registri del volontariato.

Un'associazione che ha presentato la domanda d’iscrizione (in modo completo e senza errori) alle liste del 5 per mille nel 2016, non dovrà ripresentare la stessa gli anni successivi, così come, dall’anno prossimo, non dovranno più ripresentare la domanda le associazioni che, quest’anno, per la prima volta si iscriveranno agli elenchi del 5 per mille. L’associazione in questione pertanto dovrà controllare soltanto di essere presente nell’elenco.

MODIFICHE DEI DATI PRESENTI NELL'ELENCO PERMANENTE DEGLI ISCRITTI

Eventuali errori riscontrati nell’elenco o variazioni intervenute (codice fiscale errato, sede legale modificata, variazione del legale rappresentante) devono essere comunicati entro il 20 maggio dell’anno corrente (per il 2017 la scadenza è il 22 maggio) alla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate nel cui ambito territoriale si trova la sede legale dell’ente con Mod. AA5/6.

Inoltre, in caso di variazione del rappresentante legale dell’associazione, la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà trasmessa nel 2016 perde efficacia e, dunque, c’è l’obbligo per il nuovo rappresentante legale di trasmettere entro il 30 giugno una nuova dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con le seguenti indicazioni:

  • Data delle sua nomina
  • Data di iscrizione dell’ente alla ripartizione del contributo (per il 2017 si fa riferimento all’iscrizione telematica del 2016)

Laddove il nuovo legale rappresentante non abbia trasmesso la nuova dichiarazione sostitutiva entro il 30 giugno 2017 o l’abbia trasmessa oltre tale termine, potrà regolarizzare la posizione dell’ente trasmettendo la stessa entro il 2 ottobre 2017, versando la sanzione di € 250,00 tramite F24 (codice tributo 8115). Il mancato invio della nuova dichiarazione sostitutiva e/o il mancato pagamento della sanzione comporta l’esclusione dell’ente dal beneficio del “5 per mille”.

REVOCA ISCRIZIONE DALL'ELENCO PERMANENTE DEGLI ISCRITTI

In caso di sopravvenuta perdita dei requisiti, il rappresentante legale dell’ente è tenuto a sottoscrivere e a trasmettere all’amministrazione competente, con le medesime modalità della dichiarazione sostitutiva, la revoca dell’iscrizione. Qualora il contributo sia stato indebitamente percepito in assenza di revoca si applicano le disposizioni di cui all’art. 13 del Dpcm 23 aprile 2010. Gli enti del volontariato trasmettono la revoca dell'iscrizione alla Direzione Regionale competente tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o tramite la casella PEC del rappresentante legale. Per saperne di più visita il sito dell'Agenzia delle Entrate.

ASSOCIAZIONI CHE PER LA PRIMA VOLTA DEVONO PRESENTARE LA RICHIESTA DI ISCRIZIONE

Le Associazioni che per la prima volta si iscriveranno quest’anno agli elenchi del 5 per mille, devono seguire le note procedure e tempistiche previste dalla normativa di riferimento, ovvero:

1.   Devono inviare la domanda d’iscrizione per via telematica entro il 7 maggio (nel caso del 2017 la scadenza sarà lunedì 8 Maggio essendo il 7 domenica). Una prima versione dell’elenco dei soggetti che possono beneficiare del 5 per mille verrà pubblicata sul sito www.agenziaentrate.gov.it entro il 14 maggio.

2.    Il rappresentante legale dell’ente o un suo delegato può far correggere, entro il 22 maggio, eventuali errori di iscrizione nell’elenco, presentando direttamente alla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate nel cui territorio ha sede legale l’ente apposita comunicazione (Mod. AA5/6). L’elenco definitivo verrà pubblicato sullo stesso sito entro il 25 maggio;

3.    Inviare entro il 30 giugno, alla propria Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate, da parte del rappresentante legale dell’ente, pena l’esclusione dall’elenco del 5 per mille, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta e firmata alla quale bisogna allegare fotocopia di documento di identità in corso di validità del sottoscrittore (il presidente).

L’invio può essere effettuato tramite raccomandata A/R oppure tramite posta elettronica certificata (PEC).

REGOLARIZZAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE E DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA -ISCRIZIONE TARDIVA

Gli Enti del Volontariato di nuova costituzione che non hanno provveduto alla trasmissione telematica della domanda di iscrizione al 5 per mille per il 2017 entro l’8 maggio e/o all’invio della documentazione richiesta, possono partecipare al riparto delle quote del cinque per mille presentando le domande di iscrizione tardive e provvedendo alle successive integrazioni documentali entro il 2 ottobre 2017, versando contestualmente una sanzione di importo pari a 250 euro.

Gli Enti destinatari del beneficio possono quindi sanare la propria posizione entro il 2.10.2017 (il termine originario del 30.09 cade di sabato) con le medesime modalità previste per l’invio originario. Le irregolarità possono essere:

  • omessa presentazione della domanda di iscrizione;
  • omessa presentazione della dichiarazione sostituiva;
  • omessa allegazione alla dichiarazione sostitutiva della copia del documento di identità del rappresentante legale.

Ai fini della regolarizzazione è necessario che:

  • i requisiti sostanziali richiesti per l’ammissione al beneficio sussistessero alla data originaria di scadenza della presentazione della domanda di iscrizione (7 maggio 2017), come ad es. la regolare avvenuta iscrizione al registro delle organizzazioni di volontariato;
  • entro il 2.10.2017 sia inviata la domanda di iscrizione e/o la successiva documentazione richiesta (es. dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante la persistenza dei requisiti con allegata fotocopia del documento di identità del rappresentante legale);
  • sia versata, con il Mod. F24, la sanzione pari € 250, utilizzando il codice tributo “8115”.

Per saperne di più visita il sito dell'agenzia delle entrate.

Negli allegati è possibile scaricare la Nota 0046266 del 03.08.2017dell'Agenzia delle Entrate - Direzione Regionale Emilia Romagna.

Le scadenze e gli adempimenti sono riassunti nei seguenti schemi riassuntivi:

Per gli enti iscritti all’elenco 5 per mille 2016

Promemoria per le associazioni già iscritte all’elenco del 5 x mille 2016 - (anno di imposta 2015)

Entro il

31 marzo

Pubblicazione elenco

Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it

Entro il

22 maggio

Comunicazione da parte degli enti di errori rilevati o variazioni relativi a Codice fiscale o variazione del legale rappresentante*

Ufficio Locale Direzione regionale Agenzia delle entrate  - Mod. AA5/6

Entro il

30 giugno

Comunicazione da parte degli enti della variazione del legale rappresentante* attraverso trasmissione dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà

Direzione regionale Agenzia delle Entrate Raccomandata a/r (Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Emilia Romagna, Via Marco Polo 60 - 40131 Bologna) o pec

Entro il

30 giugno

Comunicazione perdita dei requisiti / revoca dell’iscrizione attraverso trasmissione dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà

Direzione regionale Agenzia delle Entrate Raccomandata a/r (Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Emilia Romagna, Via Marco Polo 60 - 40131 Bologna) o pec

      Entro il

2 ottobbre

 Termine trasmissione dichiarazione sostituiva mediante pagamento di una sanzione di € 250,00 Contattate il Centro di Servizi per il volontariato per informazioni (Forlì 0543 36327 - Cesena 0547 612612 - mail info@assiprov.it)

*Gli enti che non rilevano alcuna variazione e/o errori non sono tenuti ad alcun adempimento

Per gli enti non iscritti all’elenco 5 per mille 2016

Gli enti che intendono accedere al beneficio del 5 per mille per la prima volta nel 2017 - o negli anni successivi - dovranno procedere all'iscrizione nell'apposito elenco tramite invio telematico da effettuare entro il 7 Maggio.

Promemoria per le associazioni alla PRIMA ISCRIZIONE all’elenco del 5xmille 2017 (anno di imposta 2016)

Entro il

7 maggio

Invio telematico della richiesta

Tramite intermediario abilitato -

Ass.I.Pro.V. come ogni anno offre il servizio dell’invio telematico della domanda di iscrizione al 5 per mille. La richiesta dovrà pervenire ad Ass.I.Pro.V. entro il 30 aprile 2017. Contattate preventivamente il Centro di Servizi per il volontariato per le vostre iscrizioni, domande e dubbi. (Forlì 0543 36327 – Cesena 0547 612612 – mail info@assiprov.it )

Entro il

14 maggio

Verrà pubblicato l’elenco provvisorio

Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it

Entro il

 22 maggio

Verifica dati e comunicazione eventuali rettifiche e variazione del legale rappresentante

Ufficio Locale Direzione regionale Agenzia delle entrate  - Mod. AA5/6

Entro il

 25 maggio

Pubblicazione elenco definitivo

Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it

Entro il

 30 giugno

Invio autocertificazione (dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà)

Direzione regionale Agenzia delle Entrate Raccomandata a/r (Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Emilia Romagna, Via Marco Polo 60 - 40131 Bologna) o pec

 Entro il

2 ottobre

 Termine regolarizzazione domanda iscrizione  e/o successive integrazioni documentali mediante pagamento di una sanzione di € 250,00  Contattate il Centro di Servizi per il volontariato per informazioni (Forlì 0543 36327 - Cesena 0547 612612 - mail info@assiprov.i)

Obbligo di Rendicontazione

Le restanti modifiche apportate dal nuovo decreto attengono alle regole di rendicontazione che devono osservare gli enti che hanno percepito il relativo contributo.

Con una consistente modifica apportata all’articolo 12 del D.P.C.M. datato 23 aprile 2010 viene previsto che i soggetti destinatari del contributo redigano uno specifico rendiconto, utilizzando il modulo disponibile sul sito istituzionale del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, entro il termine di un anno dalla ricezione degli importi, unitamente ad una relazione illustrativa, dal quale risulti con chiarezza la destinazione delle somme attribuite.

Viene infine previsto un esonero dall’obbligo di invio del rendiconto e della relativa relazione per coloro che hanno percepito contributi per un importo inferiore ad euro 20.000; tali soggetti dovranno comunque predisporre rendiconto e relazione entro un anno dalla ricezione del contributo, che andrà conservata per un periodo di dieci anni e presentata all’Amministrazione finanziaria in caso di esplicita richiesta.

Per ulteriori informazioni potete collegarvi al sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali


Documenti allegati